fbpx

Viaggiare da Milano Malpensa Aeroporto a Milano Cadorna in meno di 10 minuti. Fantascienza? Non proprio visto che i progetti del nuovo “super” veloce treno Hyperloop si stanno concretizzando con il lancio del nuovo treno più veloce al mondo che dovrebbe viaggiare fino a 1.200 km/h anche in Italia. Ne avevamo parlato qualche mese fa quando il Presidente, Bipop Gresta, aveva annunciato di essere pronto a portare il suo treno ultra veloce anche in Italia.

Hyperloop: la realtà dei viaggi a 1.200 km/h

Ecco che ad oggi torna a far parlare di sé con notizie più specifiche apparse in Rete capaci di confermare l’avvio del progetto anche nel nostro Paese e soprattutto con la discussione sulle possibili tratte che il treno potrebbe fare. Secondo i meglio informati, infatti, Hyperloop in Italia è già al lavoro su 6 progetti, a cui seguiranno altrettanti studi di fattibilità, da realizzare sul territorio italiano in tre regioni del Nord e tre del Sud Italia.

Sei tratte Hyperloop che dovrebbero correre lungo i binari ferroviari e lungo le autostrade. In questo caso il CEO è in contatto con Anas, Fs, Ferrovie Nord, e sono già stati interessati i presidenti delle Regioni Puglia, Basilicata, Sicilia, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Poche le informazioni sulle tratte specifiche ma c’è già chi vocifera che potrebbero arrivare linee Milano Stazione Cadorna – Malpensa Aeroporto realizzata addirittura in meno di 10 minuti. Oppure anche Verona – Trieste in mezz’ora. In questo caso il nuovo treno verrebbe costruito lungo i binari e le strade esistenti direttamente nei corridoi dai 20 metri che di solito i gestori ferroviari posseggono in concessione a fianco delle attuali linee. Altra soluzione sarà quella di posizionare i tunnel al di sotto del terreno.

Hyperloop, lo ricordiamo è una realtà aziendale da oltre 800 ingegneri coadiuvati da esperti in tecnologia. Sono oltre 52 i team multidisciplinari con addirittura altrettante 50 aziende e università pronta a fare da partner. In Italia l’azienda avrà sede istituzionale a Roma ma una sede operativa verrà realizzata anche a Milano.

La tecnologia Hyperloop è ormai conosciuta come sistema di trasporto simile a quello ferroviario, dove le carrozze risultano in realtà delle vere e proprie capsule aerodinamiche mosse da motori a induzione e compressori d’aria. Le rotaie sono invece costituite da tubi a bassa pressione nei quali le capsule viaggiano stabilizzate da un sistema di levitazione magnetica. Tutto questo permette al treno “superveloce” di avere un attrito al minimo e dunque raggiungere, in viaggio, velocità di 1.223 chilometri orari consumando meno energia rispetto a qualunque altro sistema di trasporto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: