fbpx

Le chiamate effettuate dai Call Center anche su smartphone potrebbero finalmente avere una fine. L’addio alle chiamate di telemarketing risulta al vaglio del prossimo Consiglio dei Ministri che potrebbe ampliare il Registro delle opposizioni anche ai numeri di telefono mobile con un provvedimento che potrebbe riguardare entro la fine dell’anno fino a 80 milioni di numeri telefonici.

Chi possiede una linea fissa sappiamo che può già difendersi dalle chiamate incessanti dei Call Center grazie alla possibilità di iscrizione del proprio numero nel Registro delle opposizioni che al momento però non permette la registrazione dei numeri mobile ossia quelli degli smartphone. Tutto questo però potrebbe cambiare proprio con la proposta atta ad ampliare il registro e dunque includere anche i numeri associati alle utente mobile.

Addio Call Center: cosa potrebbe cambiare?

Porre anche i numeri di telefono mobile sul Registro delle opposizioni risulterebbe una svolta non da poco visto il quantitativo che al momento supera e non di poco le utente fisse. Ecco che con un calcolo approssimativo a differenza dei 20 milioni di utente di casa o comunque fisse, quelle mobile potrebbero superare addirittura gli 80 milioni di numeri.

Le previsioni però sembrano non avere dei tempi di approvazioni rapidi. Ecco che la possibilità che il tutto venga “regolarizzato” se approvato contempla dei tempi che arrivano a fine 2020. Il motivo? La consultazione chiaramente degli operatori telefonici ma anche le varie associazioni dei consumatori che dovranno insieme porre un quadro sulle linee guida riguardanti appunto il blocco. Oltretutto la messa in opera richiederà dei tempi tecnici che dunque proiettano l’effettivo addio alla fine di questo nuovo anno.

Il funzionamento, se attuato, sarà praticamente identico a quello dei numeri fissi. In questo caso anche per i numeri mobile, i Call Center, dovranno prima di inizializzare la chiamata nei confronti degli utenti accertarsi che quel numero selezionato non sia iscritto nel Registro delle opposizioni. Se così non fosse allora l’operatore avrà la facoltà di realizzare la chiamata. Stessa cosa per l’inserimento del numero mobile nel Registro compilando un semplice modulo online sul sito del gestore o anche tramite una semplice chiamata.