fbpx

Il CEO del gruppo Volkswagen Herbert Diess ha appena dichiarato guerra aperta a Tesla. Durante un’intervista con Automotive News il dirigente del gruppo ha nello specifico confermato che Volkswagen c’è e ci sarà nel mercato delle auto elettriche, e che cercheranno in ogni modo di “mantenere il passo” ed, eventualmente, superare Tesla.

Un annuncio che non sorprende, visto che da leader del settore automobilitico Volkswagen non vuole perdere il treno dell’elettrico. Il gruppo Volkswagen ha chiaramente le risorse, il potenziale e parte del know-how che servono per raggiungere Tesla, tuttavia i grossi nomi del settore hanno lasciato che gli americani predndessero fin troppo piede nella nuova nicchia nascente. Si è trattato di un gioco d’attesa per una tecnologia non ancora pronta?

Questo Diess non lo ha confermato. Il CEO del gruppo tedesco ha dichiarato, invece, a Bloomberg TV durante il World Economic Forum in Svizzera:

“È ancora una gara aperta. Siamo fiduciosi che potremo mantenere il passo con Tesla e a un certo punto anche superarla”.

Ai microfoni dell’emittente il CEO di Volkswagen si è mostrato molto ottimista. Dichiara infatti di “mantenere il passo con Tesla”, quando nell’elettrico il produttore americano è ad oggi avanti sia per quanto riguarda l’aspetto tecnologico, sia per quello che concerne l’aspetto commerciale. La frase di Diess arriva inoltre in un momento strategico, ovvero proprio quando Tesla sta cercando di espandersi in Europa con nuovi stabilimenti produttivi.

La prossima fabbrica europea di Tesla verrà realizzata proprio in Germania, così come si vocifera che venga fondato – sempre in Germania – un nuovo centro di design Tesla. Tesla, inoltre, ha appena superato Volkswagen in termini di valore di capitalizzazione di mercato, diventando proprio in questi giorni il secondo produttore di auto al mondo dopo Toyota.

La frase di Diess non è una provocazione diretta nei confronti di Elon Musk. I due hanno avuto contatti per lo più amichevoli nel corso del tempo, con Diess che ha sempre mostrato un grande rispetto per il fondatore di Tesla, per le ambizioni dell’azienda e per il fatto che grazie al suo lavoro si è aperta definitivamente la strada alle automobili elettriche. Diess ha ammesso che Tesla è una seria concorrente, nonostante i volumi di mercato inferiori.

Viceversa, anche Musk ha mostrato rispetto nei confronti di Diess, definendolo come il più interessato all’elettrico fra gli amministratori delegati dei gruppi più importanti del settore: “Sarà un anno molto difficile, il 2020, per l’industria automobilistica”, ha poi concluso Diess. “Ma stiamo facendo le cose giuste per essere competitivi”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: